side-area-logo

Forme d’Acqua vuole dare forma ai vostri progetti, realizzando fontane in grado di emozionare e valorizzare gli ambienti e gli spazi in cui vengono collocate. Scopri chi siamo

Padiglione USA – Biennale Arte 2022, Venezia

L’elemento acqueo nell’installazione artistica di Simone Leigh
L’elemento acqueo nell’installazione artistica di Simone Leigh
Comments
Condividi
Descrizione
Must per i cultori dell’arte contemporanea, la Biennale Arte di Venezia attira visitatori e artisti da tutto il mondo in un continuum di mostre ed eventi collaterali che riempiono l’agenda lagunare. I padiglioni dei paesi in gara suscitano stupore e meraviglia e aprono nuovi spazi di confronto su tematiche attuali: il Latte dei Sogni, titolo della 59esima edizione della mostra si ispira al titolo di un libro dell’artista surrealista Leonora Carrington, dove in un modo magico la vita è incessante metamorfosi, e ci invita ad una riflessione attuale sulla trasformazione e sui cambiamenti anche nella definizione di umano e nel rapporto con le altre specie. Forme d’Acqua ha contribuito a questa 59esima edizione attraverso la realizzazione tecnica della suggestiva fontana che è parte integrante dell’opera dell’artista Simone Leigh. La ricostruzione creativa della storia - delle storie - della Black Femme Interiority è al centro della ricerca e delle opere di Leigh che parlano di razza, genere e lavoro: l’artista crea imponenti sculture utilizzando tecniche e materiali di diversa provenienza, fondendo il lavoro plastico con la realizzazione di performance e sculture. Un video realizzato da Shaniqwa Jarvis che narra il work in progress del processo creativo delle opere create per l’esposizione da Simone Leigh è visibile qui. L’opera Last Garment è la statua in bronzo di una donna, raffigurata con il vestito sollevato alle ginocchia e china sull’acqua nell’atto di lavare uno straccio e fregarlo su pietra, scena ispirata da vecchie fotografie realizzate in Giamaica da C. H. Graves, fotografie che ritraevano abitanti al lavoro ed erano vendute come souvenir. La scelta del total black, anche per il fondo vasca, enfatizza la fluidità dell’acqua che è contemporaneamente scenografia e parte integrante della realizzazione, evocativa di un tempo sospeso tra passato e presente. La vasca di grandi dimensioni (6 per 5 metri e altezza 30 centimetri) è collocata sotto alla grande vetrata presente sul soffitto della sala e si tratta di una struttura amovibile, realizzata per l’installazione di Simone Leigh e al termine della Biennale sarà spedita negli Stati Uniti per proseguire il suo itinerario. Nel 2023 l’opera sarà visibile all’ Institute of Contemporary Art di Boston che ha commissionato l’opera per questa 59esima esposizione veneziana. I lavori edili del padiglione USA sono curati da Cobar Spa, già partner di Forme d’Acqua nella realizzazione del Regium Waterfront di Reggio Calabria, azienda che ha commissionato la realizzazione della vasca in acciaio inox e degli impianti necessari per l’installazione artistica dell’opera di Simone Leigh. È stata realizzata una struttura componibile in alluminio di forma rettangolare, che consiste in un telaio dove è inserito l’impianto tecnico e sostiene la copertura in telo nero Alfafol dello spessore di 1 millimetro Oase. La parte esterna è ricoperta da una lamina in acciaio AISI316 verniciato a polvere nero opaco. Le tubazioni, le pompe in bassa tensione e i filtri sono nascosti all’interno del telaio della vasca, per questa realizzazione la progettazione MEP è stata mirata all’utilizzo di componenti facili da trasportare anche con spedizione aerea e da scomporre e ricomporre. L’opera artistica realizzata da Simone Leigh per la 59esima edizione della kermesse veneziana si trova al padiglione USA, edificio neoclassico di proprietà della Solomon R. Guggenheim foundation. La dichiarazione di Gianluca Orazio, Ceo di Forme d’Acqua – Venice Fountains: “Contribuire all’importante installazione del padiglione USA è certamente motivo di orgoglio per tutti noi ed un riconoscimento anche per il nostro territorio, ricco di persone competenti, di know how artigiano, di professionalità votate alla ricerca e allo sviluppo di soluzioni tecniche innovative. Il nostro mestiere si fonda sulle emozioni che l’acqua nelle sue infinite forme genera, instillando un senso di benessere e gioia nelle persone, ma questa volta è successo qualcosa di magico, l’incontro con l’opera ci ha toccato, coinvolto emotivamente, fatto sentire parte della storia contemporanea che preferiamo, fatta di condivisione di conoscenze, di esperienze e di arte nelle sue diverse forme e declinazioni.”     Scheda tecnica
  • OASE Aquarius Eco Expert 20000 12V/DC 240W IP68;
 
  • Filtro da 11/2” a rete in acciaio 316 a 120 mesh portata di 20 mc/h.
Trattamento chimico dell’acqua
  • Pannello con doppia Pompa Dosatrice per acidificazione e clorazione automatica dell'acqua con sonda di controllo, reintegro automatico in linea e controllo da remoto.
  Quadro elettrico
  • Pannello di controllo con box in materiale termoplastico IP65 220V per la gestione automatica della fontana, completo di Server X1 per controllo da remoto con app. My Fountain.
Foto credits: Marta Formentello e US Pavillion

PERCHÈ SCEGLIERCI

SIAMO L'AZIENDA GIUSTA PER TE

Ci siamo innamorati di questo lavoro: realizzare opere uniche, in grado di emozionare il nostro pubblico, che ci dà la possibilità di crescere insieme in questa infinita ricerca di bellezza.